Campioni

L'eleganza abbinata alla destrezza, la grazia unita alla forza, l'espressività legata all'armonia dei gesti sempre dolci pur nella complessità.

In queste pagine pensiamo debbano trovar posto e rilievo le migliori ginnaste dell'Orobica ma anche alcune altre, sia italiane che straniere, con le quali si è costruito un tratto importante di percorso in comune in quanto esempi positivi di una disciplina che ancora deve farsi conoscere appieno e farsi apprezzare per le caratteristiche che le sono proprie.
Campioni però, per noi, non sono soltanto le ginnaste perchè accanto a loro e per loro operano e si distinguono per capacità, per sensibilità, per disponibilità alcune altre persone che riteniamo siano ugualmente ed a pieno titolo veri Campioni e che consideriamo parte integrante della famiglia Orobica, amici che si fanno onore nel mondo e ci onorano del loro aiuto.

NAZIONALE DAL PRESIDENTE CIAMPI

La squadra nazionale di ginnastica ritmica reduce della conquista della medaglia d'argento olimpica di Atene 2004 ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi.

Daniela Masseroni

Daniela Masseroni veste la maglia azzurra dal 2001.
Ha partecipato agli Europei di Ginevra e ai Mondiali di Madrid nel 2001 come individualista passando poi nella specialità di Squadra nella quale ha conquistato due medaglie di bronzo agli Europei di Riesa 2003 e altre due ai Mondiali 2003 di Budapest.

I suoi risultati più eclatanti sono stati la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004 e la medaglia d'oro ai Campionati del Mondo 2010 a Mosca.

Le due medaglie d’argento e la medaglia d’oro ai Mondiali di Baku nel 2005 hanno coronato nel migliore dei modi la sua carriera che, dopo un anno di pausa forzata, prosegue con brillantissimi risultati nelle prove di Coppa del mondo 2007 fino ai Mondiali di Patrasso dove si guadagna la qualificazione olimpica per Pechino 2008 conquistando con le compagne di squadra (Elisa Blanchi, Fabrizia D’Ottavio, Marinella Falca, Elisa Santoni, Anzhelika Savrayuk) 3 medaglie d’argento, seconde dietro la squadra russa.
Con il podio di Patrasso Daniela ha collezionato ben 11 medaglie fra oro, argento e bronzo tra Campionati Europei, Mondiali e Olimpiadi.

Valentina Rovetta

Valentina Rovetta di Bergamo si è distinta per alcuni anni nella squadra Nazionale, è stata titolare ai Campionati Europei Juniores 1994, ai Campionati Europei Seniores 1995. Ha partecipato nella specialità di Squadra ai Giochi Olimpici 1996 di Atlanta, ottenendo un brillante 7º posto a soli 16 anni e nonostante grossi guai fisici che le hanno condizionato la preparazione. Valentina aveva ottenuto nel 92 un 2° posto assoluto nei regionali juniores, entra nel Cefas di Castellanza assieme alle altre nazionali juniores, proscenio per gli Europei di Salonicco. Nella foto a destra è con la mamma Simonetta, al rientro dai Giochi di Atlanta. Dal 2007 entra nello staff della squadra nazionale, responsabile Manuela Maccarani.

Barbara Ferrari

Barbara Ferrari di Osio Sotto anno 1969, ha vestito la maglia azzurra per quattro anni, partecipando a numerosi tornei internazionali, agli Europei di Firenze nell’86 ed ai Mondiali di Varna nell'87; è stata anche vice-campionessa d’Italia nel 1987. Aveva iniziato a farsi notare nelle selezioni regionali dell'80, poi nei collegiali estivi dell'81, con l'ingresso al Cefas nell'82, poi con un 6° posto alla finale del campionato italiano dell'84. Maestra elementare e diplomata Isef insegna ed è mamma felice.

Cristina Pezzotta

Cristina Pezzotta - Ha fatto parte del primo gruppo storico con Valentina Nani, Monica Bolognini, Manuela Rossi, Mara Gotti e Marina Sacchi con cui Daniela Gamba Spagnolo ha fondato l'Orobica Ginnastica.
E' terza ai Campionati Italiani senior 1988 : è il suo miglior risultato tecnico. Successivamente, terminata l'attività agonistica diviene una brava istruttrice diplomandosi in educazione fisica all'Isef di Milano. Trasferitasi a Cagliari lavora in una nuova società, si specializza nel lavoro di squadra ottenendo con le sue allieve ottimi piazzamenti nelle finali nazionali di squadra. E' giudice nazionale.